DOCCIA CON FINESTRA: IDEE E SOLUZIONI

Scelta puramente estetica o anche funzionale? Prima di optare per una doccia con finestra, ci sono una serie di aspetti su cui vale la pena riflettere.

Scopriamoli insieme.

QUANDO INSTALLARLA

In quali casi è opportuno installarla? La scelta è legata (e a volte obbligata) dalle dimensioni e dalla forma della stanza da bagno.

Per esempio, nel caso di un bagno lungo e stretto, installare la doccia in fondo, lì dove c’è la finestra, permette di:

  • Risparmiare moltissimo spazio 
  • Avere una doccia di grandi dimensioni, anche walk-in.

VANTAGGI, SVANTAGGI E SOLUZIONI

Con i giusti accorgimenti e i materiali adatti, installare una doccia con finestra inglobata potrebbe darci grandi vantaggi. 

I MATERIALI

La scelta dei materiali è quella che genera più dubbi. L’acqua rovinerà gli infissi? No se si opterà per un serramento in alluminio o pvc con cerniere a scomparsa. 

Un altro consiglio utile è quello di scegliere una finestra che preveda anche l’apertura a vasistas, perfetta per areare la stanza ed evitare accumulo di umidità.

La finestra c’è già e non potere (o volete) sostituirla? Nessun problema: per proteggere gli infissi dall’acqua è possibile applicare delle apposite tende in tessuto tecnico, a rullo o a scorrimento laterale. 

IL FREDDO

La domanda sorge spontanea: ma non sarà fredda una doccia accanto alla finestra? 

La soluzione è la stessa che si attuerebbe in presenza di una parete umida o con una cattiva esposizione: un piccolo cappotto interno, che isolerà la stanza e riparerà dal freddo. 

LA LUCE

Un aspetto da non sottovalutare è quello della luminosità della stanza. A maggior ragione se siamo in presenza di un bagno lungo e stretto, in cui la finestra è l’unica fonte di luce, sarete obbligati (o almeno noi ve lo consigliamo vivamente) a scegliere un vetro per la doccia trasparente e non opaco.

Oltre a lasciar passare la luce, regalerà ariosità alla stanza. 

LE PORTE

Che modello scegliere per una doccia con finestra?

  • Con porte fisse per una doccia walk-in
  • Con porte pieghevoli che non ingombrano
  • Con porte scorrevoli che non tolgono spazio al piatto doccia.

IL PIATTO DOCCIA

Quale scegliere? Anche in questo caso, tutto dipende dalle dimensioni del bagno. 

Se abbiamo uno spazio limitato, l’ideale è un piatto a filo pavimento e un modello di doccia walk-in. 

Se invece abbiamo abbastanza spazio, si potrebbe anche optare per la realizzazione di una vera e propria nicchia dedicata alla doccia. 

E voi che ne pensate? 

Share this post