Paura del contagio: niente panico!

Avrò seguito le giuste procedure? Sarò stato abbastanza attento? Cosa devo fare con gli oggetti che arrivano dall'esterno? 

Restare a casa: questo è l'imperativo che da giorni ci viene ripetuto in quanto metodo più efficace per arginare il contagio da Covid-19. Sebbene ormai sia chiaro (quasi) a tutti, alcune necessità, come l'acquisto di alimenti e medicinali, ci costringono a uscire di casa. Questo inevitabilmente genera dubbi e paure.

Non è semplice restare lucidi, non farsi prendere dal panico, restare nei confini delle corrette e sensate precauzioni senza sforare nell'irrazionale ipocondria. 

Premettiamo che conosciamo il coronavirus troppo poco per stilare una vera e propria lista di comportamenti corretti da mettere in atto, ma vogliamo fornirvi dei consigli per gestire il rientro dall'esterno nel modo più logico e saggio.

Informazioni preliminari, pubblicate in un recente articolo sul New England Journal of Medicine, ci dicono che il virus può sopravvivere fino a 72 ore su plastica e acciaio, fino a 24 ore sul cartone e 4 ore sul rame

Per questo vi suggeriamo di pulire le superfici utilizzando: 

- disinfettanti contenenti alcol al 75%;

- disinfettanti a base di cloro all'1%, come la candeggina.

Quando vi trovate fuori casa indossate la mascherina (le più idonee sono quelle di classe FFP3 o FFP2, certificate in conformità alla norma UNI EN 149) e i guanti. Considerato che non potete lavarvi le mani, è molto importante che vi ricordiate di non toccarvi il viso, il naso e la bocca.

Una volta tornati a casa dal supermercato, dalla farmacia o dalla passeggiata (breve e nei dintorni di casa) con il vostro cane, lasciate fuori dalla porta le scarpe. Alcuni ne disinfettano le suole, ma è sufficiente non introdurle nel vostro appartamento. Cambiatevi gli abiti con cui siete usciti e, per precauzione, non portateli in casa. In ogni caso, non è necessario lavarli ogni volta: per andare fuori possono essere indossati nuovamente gli abiti dell'uscita precedente.  

Per una maggiore tranquillità, disinfettate le confezioni dei prodotti che avete acquistato al supermercato, il vostro cellulare, la frutta e la verdura.

Cercate di restare tranquilli e ricordate che il metodo più valido per ridurre il rischio di contagio resta in ogni caso il lavaggio delle mani, spesso e bene, con acqua e sapone e per almeno 20 secondi. 

Una spesa ricca (senza strafare) e fatta con criterio (per esempio programmando pranzi e cene), consente di uscire una volta ogni 10-15 giorni, riducendo il rischio di contagio, preservando la salute vostra, dei vostri cari e della comunità.

Possiamo affrontare e superare questa difficile (e spesso surreale) situazione solo restando lucidi, positivi e avendo cura di chi (seppur a distanza) la vive con noi, con le nostre stesse paure, con le nostre stesse speranze. 

Share this post