Sai tutto dell'asciugacapelli?

Oggi è l'elettrodomestico più diffuso, è leggerissimo, potente e non secca né brucia i capelli. Ma com'erano i primi modelli? Chi l'ha inventato? E perché si chiama fon?

L'INVENZIONE DELL'ASCIUGACAPELLI

Il primo fu inventato in Francia da Alexander Godefroy nel 1890. Non aveva nulla di simile ai moderni asciugacapelli, ma era un complesso marchingegno con tanto di seduta e cuffia da collegare al camino di una stufa.  

I PRIMI MODELLI ELETTRICI 

Nel 1911 fu invece l’americano Gabriel Kazanjian a brevettare un asciugacapelli composto da un elemento riscaldante alimentato a energia elettrica e con un flusso d’aria meccanica che si azionava a mano.

Negli anni '20 invece, negli Stati Uniti, in Francia e in Germania, cominciavano a essere venduti i primi asciugacapelli elettrici che, nonostante il peso e la poca praticità, conquistarono i consumatori. 

Nel tempo vennero introdotte innumerevoli migliorie (motore più durevole, aumento della potenza ecc.) e nuove funzionalità (comandi per controllare la temperatura e per regolare la velocità dell’aria). Dagli anni ’50 fu poi abbandonato il metallo in favore della plastica, più economica e maneggevole. 

CURIOSITÀ 

Asciugarsi i capelli… con l’aspirapolvere!

Agli inizi del XX secolo furono venduti i primi aspirapolvere e le donne venivano incoraggiate a sfruttare il getto d’aria pulita per asciugare i loro capelli!

Chiamarlo “phon” è sbagliato

L’origine del nome di questo elettrodomestico deriva dal marchio tedesco Fön che negli anni trenta produsse un modello di asciugacapelli dal nome Foen.

Il nome del brand derivava a sua volta dal tedesco Föhn, vento caldo chiamato in italiano favonio. La variante grafica “phon”, parola greca che significa "suono", seppur molto diffusa è perciò errata.

Continua a leggerci per altre notizie e curiosità!

Share this post