Si è appena concluso il Salone del Mobile 2022

L’edizione che si è appena conclusa è stata ancora più speciale perché si è celebrato il 60esimo anniversario del Salone che quest’anno era incentrato su sostenibilità e progettazione di case sempre più ecologiche.

Il Salone del Mobile è un’occasione perfetta per raccontare la nuova stanza da bagno, sempre più versatile e funzionale.

Parliamo di un ambiente orientato alla cura di sé, in cui è sempre più saldo il legame tra estetica del presente e del passato. Quello moderno è un bagno dalle forme essenziali, che invoglia a vivere e godersi la vita con la giusta lentezza, che si mostra ora arricchito di innovazioni tecnologiche che lo rendono una vera isola di benessere e non più uno spazio di servizio.

Le nuove tendenze hanno visto come protagonisti materiali innovativi, sostenibili e incredibilmente resistenti, abilmente accostati ai materiali più classici: il Fineceramic, - materiale ottenuto senza sprechi e che vede gli spessori ridotti al minimo per ottimizzare cottura e trasporti – che affianca il legno di rovere o l’ottone; l’acciaio inox (con cui vengono realizzati anche i sanitari) che si fonde con il marmo; ceramiche ispirate all’epoca vittoriana abbinate al metallo per dare al mobile un’identità moderna; piastrelle in grandi formati usate come carta da parati dai colori frizzanti e decori audaci ispirati alla natura.

Ci sono innovazioni e infinite possibilità di personalizzazione e combinazione anche nei modelli proposti.

Un design lussuoso, originale e coloratissimo, fatto di pezzi su misura, piastrelle dipinte a mano, forme inedite (come vasche a forma di diamante), illuminazione a pavimento e scaldasalviette che occupano il minimo dello spazio.

Il fascino dei raccordi morbidi e sinuosi tipici degli anni 20 incontra gli spigoli netti dell’abitare contemporaneo. La classica boiserie ora può essere posata in verticale e in orizzontale, per arredare pareti e rivestire superfici generando effetti ottici particolari.

Tutto ovviamente deve essere sostenibile, con materiali da zero emissioni di sostanze volatili (per esempio i piatti doccia trattati con un rivestimento in poliuretano acrilico), aeratori che limitano il flusso dell’acqua per il risparmio idrico e WC con funzioni di scarico, lavaggio e bidet, realizzati in acciaio inox, un materiale ad altissime prestazioni igieniche e antibatteriche, totalmente riciclabile e durevole nel tempo.

Ti è piaciuto o ti è stato utile questo articolo? Continua a leggerci!

Share this post