Toilet rock: quando il bagno finisce in copertina

Bagni sulle copertine degli album musicali? Sì! Scopri le 4 cover che abbiamo selezionato per te.

If you can believe your eyes and ears, The Mama’s & the Papa’s

Primo album di questo quartetto folk-rock americano. L’album è uscito del 1966 ma questa cover (la foto fu scattata dal fotografo Guy Webster) fu considerata scandalosa per la presenza del wc e censurata. Ovviamente… i collezionisti sono impazziti e ora l’originale è una vera rarità!

Beggars Banquet, Rolling Stones

Anche la copertina di questo album dei Rolling Stones, pubblicato nel 1968, fece scalpore. Fu il fotografo Barry Feinstein a scattare la foto, che mostra la parete di un bagno pubblico tutta scarabocchiata (ci sono scritti anche i titoli di alcune canzoni presenti nell’album). Fu ovviamente rifiutata, ma comparirà dall’84 in poi, anche su tutte le ristampe del disco. 

Force it, UFO

Il 4° album datato 1975 di questo gruppo rock britannico. La cover fu disegnata da Hipgnosis (gli stessi della mucca sull’album dei Pink Floyd!). La nudità della coppia e il contesto erano inaccettabili e negli Stati Uniti si evitò la censura rendendo la coppia… trasparente!

Bakesale, Sebadoh

Un gruppo indie-rock e un album, il quinto per loro, uscito nel 1986 che ritrae sulla copertina un bambino che sbircia nel gabinetto

Lou Barlow, membro del gruppo, ha poi dichiarato che si trattava di una foto che sua madre gli aveva scattato quando era piccolo. Inutile dire che è diventata una delle cover più iconiche di sempre.

Ti è piaciuto questo articolo? Continua a leggerci per moltissime altre curiosità!

Share this post