Una vita sulla tazza

Per quanto restiamo seduti sul water? Perché lo facciamo? E come trascorriamo tutto quel tempo?

Il filmmaker Temujin Doran ha realizzato un breve e splendido video intitolato “Sum”, somma. Ispirandosi al libro del neuroscienziato David Eagleman, Doran ci racconta la somma del tempo che passiamo, durante la nostra vita, a svolgere le più semplici e quotidiane attività. Per esempio, trascorriamo 30 anni dormendo, 15 mesi a cercare oggetti, 18 giorni guardando nel frigo.

E QUANTO TEMPO RESTIAMO IN BAGNO?

Secondo Doran, nell'arco di una vita intera, passiamo 200 giorni sotto la doccia e 5 mesi sfogliando un giornale sulla tazza del water!

Molti in effetti si sono interrogati sulla questione e ci sono svariati studi che dimostrano che, in una vita di circa 80 anni, trascorriamo oltre 4 anni in bagno, di cui quasi 3 seduti sul gabinetto.

Ma perché restiamo tutto questo tempo seduti sul wc?! Forse per abitudine o per concederci un attimo di tregua e di relax, tendiamo a rimanerci molto più del tempo necessario, soprattutto considerando che la maggior parte delle volte portiamo con noi una qualche forma di intrattenimento

COSA FACCIAMO SULLA TAZZA? 

LEGGIAMO

Che siano libri, fumetti, quotidiani, riviste o etichette di bagnoschiuma e shampoo, la maggior parte delle persone sul gabinetto… legge! Anche Georges Perec, a proposito dell’abitudine di leggere in bagno, scriveva: “Tra la pancia che si libera e il testo, si instaura una relazione profonda, qualcosa come un’intesa disponibilità, una ricettività amplificata, una felicità di lettura, un incontro del viscerale e del sensibile”. 

NAVIGHIAMO E GIOCHIAMO

Con l’arrivo degli smartphone, anche le nostre abitudini in bagno sono cambiate. Il cellulare è diventato un prolungamento del nostro braccio e lo portiamo costantemente con noi, tant'è che negli ultimi 4 anni le riparazioni di cellulari per infiltrazioni d’acqua sono aumentate del 6%

Ormai ci sono contenuti ideati appositamente per essere letti sul gabinetto. Come il libro WCpedia, che racchiude centinaia di curiosità in pillole, oppure siti web come PoopFiction che propone storie in inglese da leggere seduti sul water. Considerato che non tutti hanno gli stessi tempi fisiologici è possibile definire la lunghezza di ogni racconto e, una volta selezionata, il sito sceglierà per voi una storia random dal database

I più tradizionalisti, invece, continuano a divertirsi usando carta e penna e spremendosi le meningi con le parole crociate!

FUMIAMO

Soprattutto noi italiani, abbiamo conservato l’abitudine di fumare in bagno. Sembrerebbe che che fumare una sigaretta produca una dilatazione delle vie intestinali favorendo la defecazione. Che sia solamente nostalgia per le sigarette fumate di nascosto nel bagno della scuola?! Chi può dirlo!

E voi che cosa fate mentre siete seduti sul gabinetto??

Share this post